• Manuela Barabino

Sarah & Nadar

Prendi quest’è l’immagine de’ miei passati giorni; a rammentar

ti torni colei che sì t’amò. Se una pudica vergine degli anni suoi

sul fiore a te donasse il core sposa ti sia lo vo’. Le porgi questa

effigie: dille che dono ell’è di chi nel ciel tra gli angeli prega per

lei, per te.

F. M. Piave, La Traviata


Il 7 gennaio 1839, il fisico Françoise Arago presentò all'Accademia delle scienze di Parigi e al mondo l'invenzione di Joseph Niepce e Louis Daguerre. Quattro anni dopo nella stessa città nascerà una nuova classe di proletari intellettuali dal nome bohéme, che diventerà il luogo di molti artisti, tra cui uno dei più grandi fotografi di tutti i tempi: Gaspard Félix Tournachon, alias Nadar.

La sua fama era conosciuta in tutta Parigi, il suo archivio era immenso conservava quindicimila immagini di personaggi del mondo dello spettacolo. Il suo atelier di boulevart des Capucines era frequentato dagli gli artisti più alla moda del momento e dall’élite intellettuale, dal pittore Eugène Delacroix al poeta Charles Baudelaire, dall'italiano Giuseppe Verdi al padre e al figlio Dumas, con cui non ha solo mantenuto relazioni di interesse comune, ma anche di grande amicizia.L’attrice Sara Bernhardt fu tra le prime ad interpretare la travagliata esistenza della cortigiana più famosa della storia: Marie Duplessis, soggetto che fece la fortuna di Alexandre Dumas figlio e del compositore Giuseppe Verdi.

Nell'anno 1864 Sarah Bernhardt si presentò nell’atelier di Nadar, era incinta e senza un ingaggio per uno spettacolo teatrale, l’unica sua speranza era quella di riuscire a promuovere la propria immagine al pubblico con le foto di Nadar. I critici e gli impresari dell’epoca rimasero entusiasti di quegli scatti semplici, talmente autentici da mostrare la verità psicologia del soggetto. Tra Sarah e Nadar -nacque un vero e proprio sodalizio artistico.





On January 7, 1839, the physicist Françoise Arago presented to the Paris Academy of Sciences and to the world the invention of Joseph Niepce and Louis Daguerre. Four

years later in the same city will born a new class of intellectual proletarians with the bohemian name, which will become the space of many artists, including one of the greatest photographers of all time: Gaspard Félix Tournachon, alias Nadar.

His fame was known throughout Paris, his archive was immense and it conserved fifteen thousand images of characters from the entertainment world. His atelier of boulevart des Capucines was frequented by the the most fashionable artists of the moment and the intellectual elite, the painter Eugène Delacroix, the poet Charles Baudelaire, the Italian Giuseppe Verdi, father and son Dumas, with whom he has not only maintained relations of common interest, but also of great friendship. In the year 1864 Sarah Bernhardt showed up in Nadar's atelier, she was pregnant and without an engagement for a theatrical show, her only hope was that to be able to promote her image to the public with photos of Nadar. Critics and businessmen of the time they were enthusiastic about those simple shots, so much authentic to show the truth psychology of the subject. Between Sarah and Nadar was born a real artistic partnership.


#sarahbernhardt#felixnadar#photo#photography#theatre#music#opera#drama#melodrama#giuseppeverdi#alexandredumas#

0 visualizzazioni
Join My Mailing List
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon

Milano © 2018 manuelabarabino