• Manuela Barabino

Luigi Morgari

Aggiornato il: 9 feb 2019

Torino1857-1935

Spesso entrando nelle Chiese del Nord Italia, vengo rapita da un insolita aria di casa, come se qualcosa mi riportasse ai luoghi cari delle mie origini. Osservando bene capisco che a risvegliare la saudade sono gli affreschi di Luigi Morgari, pittore piemontese formatosi all'Accademia Albertina di Torino che si dedicò a composizioni di soggetti sacri e profani.

Numerosi sono gli affreschi da lui eseguiti

nelle chiese di Piemonte, Lombardia e Liguria. Suoi lavori si possono trovare nel Santuariodi Rho, Duomo di Voghera, Duomo di Lecco, Duomo di Alessandria, San Gregorio a Milano, nelle chiese di Rovato, Sarnico, Vertova, Belgirate, Magognino, Mede, Nova, Casatenovo, Missaglia, Camagli, San Lorenzo, Peveragno, Rezzato, San Pietro a Piacenza, San Quintino a Parma, San D'Amiano d'Asti, Sant'Agostino a Ventimiglia, Gaverina alta Bergamasca. A Torino sono suoi i grandi affreschi nella chiesa di San Gioacchino e i dipinti nella Cappella della Madonna di San Giovanni Evangelista. Eseguì affreschi a tema mitologico sullo scalone del Palazzo Municipale a Torino, nel Palazzo Quartara a Genova, il soffitto del salone di Palazzo Raggio a San Luca

d' Albaro e gli affreschi del Santuario del SS. Crocifisso di Borzonasca (Ge). In pochi sanno che disegnò moltissimi bozzetti d'opera, la sua bravura per le scene di insieme traspare anche nei tableau vivant biblici, nelle sue via crucis e negli affreschi che raccontano storie della comunità religiosa.








0 visualizzazioni
Join My Mailing List
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon

Milano © 2018 manuelabarabino